SEMPLICE DETERMINAZIONE

MARTINA VIDAL VENEZIA CELEBRA I SUOI 30 ANNI ATTRAVERSO UN LIBRO

La storia dei fratelli Vidal e della loro impresa che ha saputo innovare nell’ambito dell’artigianato del merletto di Burano, uscirà a settembre 2021.
Il titolo “Semplice Determinazione” non è un ossimoro e nemmeno uno slogan pubblicitario, ma è il titolo del libro che racconta i trent’anni di storia di un’impresa che è una vera e propria eccellenza nell’ambito dell’antica arte del merletto di Burano. Per capire meglio cosa c’è dietro a questo titolo occorre soffermarsi anche su quello che è il sottotitolo “Perché si possono realizzare grandi imprese, rimanendo delle persone autentiche” e le persone in questione sono Martina e Sergio Vidal, i due fratelli che nel luglio del 1991 hanno deciso di intraprendere questo viaggio imprenditoriale e umano insieme. Il libro racconta proprio il dietro le quinte di questa esperienza che ha proprio nella semplicità dell’essere e nella determinazione del fare gli elementi caratterizzanti i due protagonisti e che naturalmente si trasferiscono nella loro impresa. Un libro che è fatto di ricordi e di emozioni, con un racconto che parte dal passato, ma che è proiettato nel futuro, così com’è lo spirito imprenditoriale dei fratelli Vidal.

“Volevamo sfruttare questo anniversario per tracciare, ripercorrendo la strada che abbiamo fatto, quella che sarà ancora da fare” dice Sergio Vidal parlando del libro e la sorella Martina aggiunge: “Fissare su carta ricordi e momenti, è stato un lavoro per riscoprire e rivivere situazioni che ci hanno permesso di crescere e di essere ciò che siamo oggi… persone diverse, ma che non hanno mai rinunciato ai propri valori”.

Il libro scritto dal narratore d’impresa Andrea Bettini ed edito da FrancoAngeli, sarà disponibile in tutte le librerie fisiche e digitali a partire da dopo l’estate, mentre il prossimo 30 luglio si terrà un evento di presentazione in anteprima proprio presso il Giardino dell’Atelier Martina Vidal a Burano. I fratelli Vidal insieme all’autore hanno deciso di devolvere i diritti derivanti dalla vendita del volume alla Fondazione Città della Speranza, che si occupa della ricerca, assistenza e divulgazione scientifica nell’ambito dell’oncoematologia pediatrica.