La storia del Merletto di Burano

Martina Vidal Venezia ha la sua sede a Burano, l'isola conosciuta in tutto il mondo per la straordinaria produzione artigianale del merletto veneziano.

L'arte del merletto di Burano divenne popolare nella Repubblica di Venezia nel 1500. La Dogaressa Morosina Morosini ha svolto un ruolo significativo nell'aumentare l'interesse per l'artigianato. Dopo essere stata incantata dalla tipica arte veneziana del merletto ad ago, creò verso la fine del XIV secolo una bottega dove impiegò 130 merlettaie. Il merletto prodotto era destinato, in parte, a completare il suo corredo personale, ma alcuni pezzi furono inviati in dono alle prestigiose corti europee per celebrare occasioni speciali. Il merletto veneziano era ricercato e richiesto in tutta Europa. È stato riferito che per il giorno della sua incoronazione, Luigi XIV, re di Francia, indossò un originale colletto di pizzo che spiccava sul suo manto reale. Il collare ha richiesto due anni a una squadra di abili merlettaie Buranelle.

Nel XVII secolo, epoca del merletto per eccellenza, durante il suo utilizzo per uomini, donne, bambini e abbigliamento ecclesiastico, Venezia si specializzava nella produzione di inimitabili ed eleganti creazioni ad ago, sebbene fosse ancora utilizzata la tecnica del merletto a tombolo. L'arte veneziana del merletto divenne molto popolare in Francia, e grazie a Caterina de Medici e al ministro Colbert, alcune merlettaie si trasferirono da Burano alle fabbriche reali di Remis in Francia, sotto la direzione di suor Maria Colbert, nipote del ministro, dove venne utilizzato il cosiddetto “Punto in aria” (tipico del merletto di Burano). Nel 1665 il “Punto in Aria” diventa il “Point de France” dando inizio ad una forte concorrenza con il merletto di Burano. Nonostante questo, il Point de France non è mai riuscito a eguagliare quello veneziano.

Nel 1797, con la caduta della Repubblica di Venezia, anche la produzione di merletti ebbe una fine prematura. Da quel momento in poi, si è evoluta in un'azienda esclusivamente a conduzione familiare. Il futuro non appariva facile a Burano. Nel 1872 Venezia conobbe un inverno particolarmente freddo, che per un'economia come quella di Burano, basata esclusivamente sulla pesca, significò tragedia e carestia. Fu grazie alla contessa Andriana Marcello e al funzionario del governo Paolo Fambri che l'arte del merletto ad ago riprese popolarità e iniziò a contribuire ad alleggerire la condizione economica di Burano, migliorandone così la qualità della vita.

Il ricordo dell'età d'oro del merletto di Burano è stato conservato da una signora ottantenne, Vincenza Memo - conosciuta anche come Cencia Scarpariola - che ha rivelato i suoi segreti ad una maestra elementare, Anna Bellorio d'Este, che poi li insegnò alle sue figlie e ad altre ragazze.

Tornano in auge il “Punto in Aria” e il “Punto Rosa”, viene aperta una scuola di merletti e il merletto ad ago diventa la principale risorsa economica dell'isola di Burano. Grazie alla Contessa Andriana Marcello, molte nobildonne di quel periodo - come la Principessa Sassonia Weimar, la Duchessa di Hamilton, la Contessa Bismark, la Principessa Metternich, la Regina d'Olanda, e la Regina Margherita - fecero importanti ordini alla scuola e, da 1875, le merlettaie Buranelle erano più di cento.

La produzione aumentò fino al 1915 e all'inizio della prima guerra mondiale. Durante la seconda guerra mondiale e gli anni successivi, la scuola ha affrontato periodi alterni di alti e bassi fino al 1970, anno in cui è stata chiusa a tempo indeterminato.

PIZZO BURANO OGGI

Le donne esperte nell'arte del merletto sono pochissime e preferiscono lavorare da casa. Presso l'Atelier Martina Vidal si può osservare come queste esperte merlettaie siano ancora in grado di creare pizzi utilizzando le stesse tecniche dei loro antenati del XVII secolo.

Il pizzo rende unica la nostra collezione di tovaglie, centrotavola, lino, fazzoletti, ventagli e veli da sposa; prodotti che un tempo venivano utilizzati per abbellire le più belle dimore d'Europa e adornare dame e cavalieri nelle occasioni importanti.

Compra il nostro Merletto di Burano